Classificazione dei vari tipi di cellulite

La cellulite è una malattia evolutiva e i diversi aspetti nei quali si manifesta possono essere modificazioni nel tempo di una cellulite non curata o non ben curata. Una ragazza con cellulite avrà per sempre la tendenza ad avere la cellulite; quello che potrà fare è di mantenerla sotto controllo, ridurla al minimo con l’aiuto di terapie specifiche e di non farla evolvere in quadri più gravi.
Eppure, in alcuni casi, la cellulite nelle sue fasi iniziali dove prevalente è la componente linfedematosa può scomparire. Vedremo come.

Di seguito sono elencati i vari stadi di evoluzione della cellulite che sono di più frequente riscontro.

Lipoedema
Consiste nell’aumento di acqua e grasso, tipico dell’età giovanile e nei casi di iper estrogenismo (pillola estro-progestinica).
Lipolinfedema
In questo caso è maggiormente evidente la componente edematosa linfatica che conferisce un aspetto più consistente all’edema per ristagno di linfa nei tessuti. Tale aspetto è presente già nella gamba che si presenta gonfia a partire dalla caviglia.
Edema ciclico idiopatico
È caratterizzato dalle variazioni periodiche relative ai cicli ormonali e tende a manifestarsi soprattutto con la stazione eretta. Si accompagna a ritenzione idrica. E’ tipica delle giovani.