Bisturi a Belgrado

Un corridoio fitto di foto di celebrità italiane porta dritto dritto al suo studio di Roma. Ma incuriosisce di più un volume un po’ consunto, con la copertina in una lingua
indecifrabile che Marco Gasparotti, chirurgo plastico tiene come una reliquia sulla sua scrivania. Quando gli chiedo di che cosa si tratta, lui preferisce cambiare discorso: «È stato sfortunato: se fosse arrivato un’ora prima, avrebbe incontrato sulla porta un ‘attrice
che ha deciso di togliersi qualche annetto…

Leggi l’articolo completo