Palpebre in caduta libera

Questo fastidioso inestetismo, molto comune nella fascia di eta’ tra gli enta e gli anta, si può risolvere con l’aiuto della Chirurgia Estetica.

Accumuli di grasso, uniti a cedimenti iniziali dei tessuti, sono all’origine di ‘borse’ e palpebre ‘rilassate’.
L’inestetismo può essere aggravato dall’esposizione ai raggi solari, che provoca la diminuzione delle fibre di collagene e di elastina.
L’interventio di Blefaroplastica (dal greco Blefaros, palpebra), è un intervento molto richiesto, e non solo dalle mie pazienti donne, ma anche dagli uomini, che lo richiedono per sentirsi piu’ ‘in ordine’.
Si esegue in anestesia locale con sedazione, in regime di day hospital.

Dopo avere inciso in corrispondenza della piega naturale della palpebra superiore e, nel caso di palpebre inferiori, sotto la linea delle ciglia, il chirurgo procede a rimuovere la pelle ed il grasso in eccesso.
Provvederà poi alla sutura, con dei punti millimetrici che andranno rimossi in quarta giornata.

È normale un leggero gonfiore e delle lievi ecchimosi nei giorni immediatamente successivi all’intervento, specie se si effettua una blefaroplastica sia inferiore che superiore, ma tutto scomparirà nel giro di 4 /5 giorni, e si potranno comunque riprendere immediatamente le proprie attivita’, con il semplice utilizzo di un paio di occhiali da sole….

La blefaroplastica superiore venti minuti, quella inferiore una mezz’ora, se fatte insieme un’oretta.
Talvolta alla blefaroplastica viene associata una esfoliazione laser , per attenuare le sottili rughette che spesso si trovano a livello della palpebra inferiore, e/o un intervento di lifting del sopracciglio.

Corregge gli eccessi cutanei palpebrali ed elimina le borse sopra e sotto gli occhi. L’obiettivo della Blefaroplastica è dare alle palpebre e agli occhi un aspetto più fresco e riposato e donare al volto un’apparenza più giovanile.