Il trapianto di capelli fue

È ormai una moda tagliarsi i capelli a zero, anche se una moda dettata dalla necessità di nascondere la calvizie, problema che affligge ormai tantissime persone, e non solo uomini e ragazzi, ma spesso anche il gentil sesso.

Da pochissimi mesi è arrivata in Italia una tecnica innovativa e rivoluzionaria, denominata FUE ( Fullicular Unit Extraction ), che prevede l’espianto e l’insediamento di singole micro zolle cutanee con una singola unita’ follicolare per mezzo di un micro-bisturi circolare, dal diametro di 0.9-1.2 mm.

Il follicolo viene estratto direttamente a partire dal cuoio capelluto mediante un ‘punch’, dunque molto indicato per chi ha un’area donatrice rada e poco elastica, oppure ha subito numerose asportazioni di ‘losanghe’ e, ancora, desidera ‘delocalizzare’ capelli ‘forti’ nell’area calva, o che ha una alopecia androgenetica in una parte modesta del cuoio capelluto.
Rispetto alla tecnica tradizionale questo tipo di tecnica non lascia cicatrici evidenti, questo perche’ le dimensioni delle micro-incisioni sono talmente ridotte (un mm scarso di diametro)da non innescare un processo di cicatrizzazione importante.

I segni della chirurgia sono assenti sia dove i nuovi capelli vengono espiantati che dove vengono impiantati.
È consigliabile a chi soffre di calvizie e alopecia ai primi stadi o in modo moderato, specie a ragazzi o ragazze in giovane età
Con questa tecnica si ottiene un rinfoltimento della zona diradata o calva ed il ripristino della naturale linea frontale, con esiti sorprendentemente naturali e senza tracce della chirurgia, neanche nella zona donatrice (generalmente la nuca).

La FUE è molto indicata per l’infoltimento di sopracciglia, basette, eventuali cicatrici craniche , e per correggere gli inestetismi di un precedente autotrapianto ad ‘isole’
Nel caso di assoluta mancanza di capelli, a seconda dei casi ,si puo’ ricorrere , nell’uomo, al prelievo di alcuni peli del corpo, per esempio quelli del petto e delle cosce.
I tempi di ripresa sono rapidissimi, perche’come spiegavo prima non ci sono suture chirurgiche, ma semplici cerotti ed una leggera fasciatura.
In settima giornata si puo’ fare lo shampoo, le crosticine cadranno in breve tempo.
Dopo 2 mesi circa i capelli trapiantati cominceranno a crescere.